Premier-Dodicesima giornata
La dodicesima giornata di Premier League ci regala le vittorie delle solite note, Chelsea a parte, anche se in questo campionato i blues appaiono una nota si, ma stonata. Perdono in casa 1-2 col Liverpool, altra big sull’altalena quest’anno. L’unica nota positiva è Sturridge, giovane che continua a segnare. Il Manchester United resta in scia dei cugini vincendo di misura 0-1 sul campo dello Swansea, mentre il City veleggia e strapazza 3-1 in casa il sorprendente Newcastle, con Balotelli in grande spolvero (sotto in foto)  e Silva sempre ispirato. In fondo alla classifica non si muove nulla, perchè Wigan e Blacburn danno vita a un pareggio pirotecnico per 3-3, che regala un punto ciascuno ma non risolleva la classifica, ma il Bolton perde in trasferta e non si allontana dalle rivali. La nota più triste della giornata, però, a mio avviso è l’Arsenal: bella vittoria esterna per 1-2 con l’ennesima doppietta di Van Persie, quest’anno in forma splendida e goleador implacabile; ma le voci su un possibile addio di Wenger ai Gunners fanno male. Se così sarà, c’inchineremo ad un talent scout e propositore di bel gioco che ci ha deliziato per vent’anni.

Liga-Tredicesima giornata
Continua in Spagna il duello a distanza fra i due superteam: il Barcellona vince senza problemi per 4-0 al Camp Nou contro un modesto Saragozza; il Real Madrid espugna Valencia 2-3 contro la squadra di Soldado, terza forza del campionato. Il Levante e il Siviglia perdono, con gli andalusi in crisi piena dopo il ko casalingo contro i baschi del Bilbao. Quest’ultimi invece si affacciano alle spalle della zona europea, con una classifica davvero molto corta al momento. L’Atletico Madrid conferma contro il Levante la sua forza in casa, mentre il Villareal torna a respirare dopo l’1-0 al Betis Siviglia. Sospesa Granada-Maiorca sul 2-1. Ma nei bassifondi della lotta salvezza c’è bagarre ancora, tutti in lizza. Il Barcellona di guardiola mada in rete quattro diversi giocatori, Messi (strano vero?), Puyol, Piquè e Villa, il Real anche distribuisce gol con l’immancabile Ronaldo nel tabellino. Non segna il bomber basco Llorente ma lo fa a Madrid il giovane Adrian, grande promessa e senso del gol. Di questo passo, la Liga si deciderà nel doppio scontro diretto fra Barcellona e Real madrid.

Bundesliga-Tredicesima giornata
Il colpaccio della settimana in Germania lo fa il Borussia Dortmund, campione in carica, che va a vincere a Monaco con un gol del gioiellino Goetze (in foto sotto). I gialloneri così si riportano a due punti dai bavaresi e ancora è tutto in gioco, con un Lewandovski attaccante moderno richiesto da tutta Europa e un Bayern intenzionato, però, a riportare a Monaco il titolo. Continua a stupire un altro Borussia, il M’Gladbach, che rifila una cinquina al Werder Brema del bomber Pizarro. Stavolta il bomber lo fa Reus, già a quota dieci reti quest’anno. E dietro anche lo Schalke avanza, rifilando la quaterna a un Norimberga impelagato nelle utlime posizioni, con un huntelaar che continua a segnare reti a raffica col supporto dell’ex blanco Raul. L’Amburgo si risolleva dalla zona retrocessione vincendo contro l’Hoffenheim fermo a metà classifica, il Leverkusen conquista i tre punti sul campo del Kaiserslautern vincendo per 0-2. Il Wolfsburg rinasce con 4 gol ai danni dell’Hannover, mentre lo Stoccarda affossa sempre di più il modesto Augsburg, ultimo in classifica.

Ligue 1-Quattordicesima giornata.
In Francia questa giornata si hanno le sorprese più clamorose, con risultati che ribaltano le gerarchie di questi ultimi anni. Il Lione, lontano sette punti dai primi, perde in casa col Rennes 1-2 e conferma il bisogno di continuare il rinnovamento. Il Marsiglia perde a Montpellier 1-0, coi padroni di casa che raggiungonola vetta della classifica e si dimostrano divertenti, pratici e sorpresa della Ligue. Il Lilla non va oltre lo 0-0 a Tolosa, rimanendo a cinque lunghezze dalla vetta, il Bordeaux, invece, affonda a Digione. Battuto 2-0 ora si trova in piena zona retrocessione e in crisi di risultati. Infine, la capolista, il Psg che sogna la vittoria del campionato: nulla è compromesso perchè rimangono primi i parigini affiancati dal Montpellier, ma perdono in casa contro un modesto nancy 0-1, buttando l’occasione di allungare sugli altri rivali. A metà classifica si muove poco la situazione, con la squadra corsa dell’Ajaccio che rimane ultima dopo il pareggio in casa col Caen per 2-2.

Daniele Lombardi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.