Premier League. Tredicesima giornata. A Manchester arriva un punticino ciascuno. Sulla sponda United, però, il pareggio contro il Newcastle va stretto, perchè frutto di un rigore inesistente e di una prova convincente della squadra di Sir Alex fino a quel momento. Per i Citizens, invece, il pareggio di Liverpool può andar bene, dopo la trasferta senza gloria di Napoli e su un campo difficile come Anfield. Ne approfittano il Tottenham (1-3 contro il WBA), sempre più convincente e con un Adebayor in forma e a segno con due reti, e il Chelsea del pericolante Villas Boas. I Blues si rifanno dello scotto in Champions con una vittoria casalinga per 3-0, in rete il gioiellino Mata, il giovane Sturridge e capitan Terry. L’Arsenal è bloccato dal Fulham, che non sta ripetendo la buona stagione dello scorso anno: la sfida la decide Vermaelen con una rete e un autogol. Altrettanto opaca è la stagione dei Villans, 0-0 con lo Swansea e meno solidi degli scorsi tornei. E’ la bassa classifica a muoversi molto con sfide fra dirette concorrenti per la salvezza: lo Stoke batte 3-1 (anche Crouch in rete) il fanalino Blackburn Rovers e risale, l’Everton espugna il campo del Bolton, il Wigan vince in casa del Sunderland 1-2 e il Norwich batte 2-1 il QPR.

Media4tech di Claudio Palazzi

Liga. Quattordicesima giornata. Josè Mourinho da Setubal, ovvero l’uomo che il primo anno vince sempre qualcosa, e il secondo tutto. Sperano sia così anche a Madrid, dove quest’anno la marcia per i blancos è da schiacciasassi: a pieni punti in Champions e +6 sul Barcellona. I blaugrana, appunto, scivolano contro il Getafe che li batte 1-0. Il Real Madrid invece asfalta nel derby della capitale l’Atletico per 4-1 (doppio Ronaldo, Di Maria e Higuain). Il Valencia si conferma terza forza della Liga e batte il Rayo Vallecano 1-2; alle sue spalle anche il Levante torna a convincere con un secco 4-0 ai danni dello Sporting Gijon. Il Siviglia ritrova smalto con la vittoria sul campo del Real Saragozza, penultimo, e aspetta il “Monday night” fra Malaga e Villareal. In fondo alla classifica colpaccio del Granada dei Pozzo (presidente dell’Udinese) che vince a Bilbao con gol di Lopez. Il Maiorca prende tre punti pesanti battendo in casa 2-1 il Racing Santander ultimo; si rialza contro il Betis Siviglia la Real Sociedad, che vince un bel match per 2-3 e risale la china. Ora il duello per il super team si fa più duro, lo Special One è determinato come sempre e di solito un anno per lui è più che sufficiente: ancora sarà lunga, ma quest’anno vedo bianco.

Bundesliga. Quattordicesima giornata. Cade il Bayern Monaco contro il Mainz che fa il colpaccio per 3-2: non bastano le reti di Van Buyten, centrale dal gol facile, ad evitare la sconfitta e il sorpasso di Borussia Dortmund e del Borussia M’Gladbach. I primi castigano l’ambizioso Schalke 04 in casa 2-0 (in rete Lewandowski e Santana), i secondi sono corsari sul campo del Colonia per 0-3 e continuano a stupire. Il Werder Brema si avvicina vincendo in casa contro lo Stoccarda, mentre il Baye Leverkusen sfoggia un pirotecnico 3-3 contro l’Hertha Berlino (tripletta di Derdiyok). Con i soliti noti grandi bomber a secco questa giornata, e le coppe europee di mezzo, la Bundesliga diventa frizzante. In coda colpaccio del fanalino Augsburg che vince in casa contro il Wolfsburg e rincorre le concorrenti per la lotta alla salvezza; il Friburgo pareggia in casa dell’Hoffenheim, mentre il Norimberga vince 1-0 la sfida diretta col Kaiserslautern. Classifica corta, un Borussia Dortmund che ricorda l’Arsenal dei fasti di qualche anno fa, giovane e bello, un Bayern comunque, a mio avviso favorito, e tanto altro. http://calciorotante.it/bundesliga-tutti-i-risultati-della-8%C2%B0-giornata-1102011-e-2102011-1782.html

Ligue 1. L’orgoglio del Marsiglia abbatte il milionario Psg di Leonardo. Una prestazione convincente della squadra portuale che, ancora lontana dalla zona scudetto, vuole ben figurare e ci riesce. I parigini sono spenti, forse nelle ultime sfide si è peccato di presunzione, magari farebbe comodo una guida forte e di esperienza in panchina. Il Montpellier continua a giocare bene e segnare, vittorioso cul campo del Sochaux e quindi primo in classifica, con tripletta del capocannoniere Giroud. Tiene il passo il Lille di Hazard, che con due gol chiude la pratica casalinga contro il modesto Brest. Il Bordeaux si risolleva dal fondo classifica con la vittoria per 2-0 ai danni del Caen, ed esce dalla zona caldissima. Pessimo turno per le altre inzona retrocessione: infatti, Auxerre, Valenciennes, Nancy, Nizza e Ajaccio perdono tutte. Il Lione è una delle squadre che ne approfittano e porta a casa i tre punti, rimanendo in quinta posizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.