Il PD sconfitto ha trovato il coraggio di non scendere a compromessi con il PDL.
Grillo propone la fiducia al programma del Movimento ma senza indicare il Presidente del Consiglio che dovrebbbe (per forza di cose) guidare il nuovo esevutivo per permettere di controfirmare eventuali nuove leggi.
La lega invoca le elezioni subito.
Il PDL sceglie la tattica della “responsabilità” (mai dimostrata fino ad oggi) mostrandosi disponibile ad un governissimo con il PD.
Tutti sono già in campagna elettorale ma intanto nessuno pensa alle urgenze degli italiani e l’economia va a rotoli.

Soluzioni?

Claudio Palazzi
Direttore Responsabile INpressMAGAZINE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.