Un romanzo liberamente ispirato a una storia vera.

Non c’è riscatto per i più poveri, non c’è vittoria per gli oppressi; non c’è rivoluzione che abbia scardinato l’antico, ingiusto, in molti casi perverso meccanismo del potere; non c’è una parte giusta per Gaetano Nicastro e Antonia Vitelli, protagonisti del romanzo di Francesco Caravetta, è questo che insegna loro la Storia.L’accurata ricerca sociologica e l’invenzione narrativa si fondono/confondono in un romanzo costruito con efficace semplicità, dove gli elementi ci sono tutti (l’eroe coraggioso e fedele, l’amore contrastato, la guerra lunga e sanguinosa, l’antieroe feroce e senza scrupoli) e i grandi temi vengono attraversati e riattraversati (nascita, morte, vendetta, tradimento… ). Caravetta interroga il passato, l’Italia di fine Settecento, la caduta del Regno di Napoli, la nascita della Repubblica e ancora l’invasione di Napoleone Bonaparte, investendo i suoi umili personaggi del compito di raccontare, di raccontarci una condizione senza tempo; quella di chi, in qualunque caso, è dalla parte sbagliata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.