Lettera a una Madre e Padre in trincea

Cara madre mia e padre mio,

abbiate cura di te, non smettete di fermarvi un attimo per bere un sorso di acqua o mangiare qualcosa.

So che non avete tempo, e che non potete asciugarvi il sudore sotto quella tuta. Lo so! Ma vi prego comunque di essere cauti e non dimenticarvi di me figlia vostra, che non ho occhi che per voi. Adesso avete altri figli di cui occuparvi, so anche questo, ma io non sono pronta per perdere ancora un’ altra madre o padre di questo nostro Paese.

Quando vi sentirete sconfitti o inadeguati perchè la morte è giunta in corsia o perchè un collega, amico e compagno è caduto accanto a voi, sappiate che il vostro dolore è il nostro e che il mio pensiero è per ogni vostra preoccupazione o lacrima o incertezza.

Cara madre mia e padre mio,

non siete soli, io vi aspetto con la pentola sul fuoco  e la tavola apparecchiata.

avremo tempo per festeggiare il vostro ritorno

per il momento abbiate cura di voi!

vostra figlia amata

Italia

Direttore responsabile: Claudio Palazzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.