TEATRO DELL’OROLOGIO

dal 23 al 26 gennaio

produzione CK Teatro Colossal Kitsch Teatro

“Superstar”

da Petrolio di Pier Paolo Pasolini


regia Fabio Morgan

scritto da Fabio Morgan, Leonardo Ferrari Carissimi, Andrea Carvelli

con Fabio Morgan, Emiliano Reggente

scene e costumi Alessandra Muschella

realizzazione video ASS.CULT. I FONDITORI DI BOTTONI E DAZ.

 

 

A vent’anni dalla discesa in campo di Silvio Berlusconi nella politica italiana (26 gennaio 1994) e a seguito degli attuali episodi di cronaca che pongono ancora una volta l’ex Presidente del Consiglio al centro di polemiche mediatico/giudiziarie, va in scena al Teatro Orologio di Roma, dal 23 al 26 gennaio –  “Superstar” per la regia di Fabio Morgan – risultato della riscrittura dell’antiromanzo per eccellenza, “Petrolio”, di Pier Paolo Pasolini. Lo spettacolo racconta l’ascesa al potere della classe imprenditoriale italiana, del compromesso con i mastodontici del sistema massonico e dell’accettazione del delitto come strumento politico. Fabio Morgan e Leonardo Ferrari Carissimi, ideatori dello spettacolo e direttori artistici dello storico spazio in Via Dè Filippini a Roma, ripercorrono attraverso la figura de l’ingegner Carlo Valletti protagonista del romanzo Petrolio, alcuni dei personaggi più significativi di questi ultimi ‘50 anni di Storia d’Italia, come Eugenio Cefis o Giulio Andreotti.

 

Seppure la scrittura dello spettacolo è completamente originale gli autori Morgan, Ferrari Carissimi e Carvelli hanno tenuto a ricalcare, nella struttura, il triplice linguaggio che Pasolini usa nella sua poetica: logico, analogico e psicologico.

 

 “L’esigenza che mi ha spinto a dare luce a questo spettacolo, come regista, e come scrittore insieme a Leonardo Ferrari Carissimi e Andrea Carvelli, è un dovere morale ed etico di rispondere a questo impero del nichilismo politico culturale e sociale ben rappresentato nella figura di Berlusconi, che ora, nella nostra situazione politica, rappresentai tutte le tensioni del popolo. È uno spettacolo che ha la stessa importanza del Grande Dittatore di Chaplin; non è un lavoro di denuncia critica sociale e di inchiesta su Berlusconi, ma è un racconto che attraverso il modello di Petrolio ci descrive la genesi del potere, l’accettazione del potere, e quello che comporta il compromesso con il potere”.                                                                        (Fabio Morgan)

 

Teatro dell’Orologio

Via de Filippini 17/A

orari: tutte le sere ore 21 – domenica ore 17.30

biglietti: € 12 – ridotto € 8

tel: 066875550

Ufficio stampa Giulia Taglienti

Email: taglienti.g@gmail.com

mb: 339.8142317

 

Teatrorologio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.