Andrea Canobbio ha esordito nel mondo della letteratura nel 1986 con il racconto Diario del centro, incluso nella raccolta Under25-Giovani Blues. Lavorò poi come editor per Bompiani: una volta pubblicata la sua prima opera, Vasi cinesi, uscito per Enaudi, fu assunto dalla casa editrice torinese come editor per le opere in francese e in inglese. Ha pubblicato 7 libri e ne ha tradotti due (entrambi dal francese); per Vasi cinesi ha vinto il Premio Grinzane Cavour per scrittori esordienti e il Premio Mondello opera prima.

Tre anni luce  incomincia così: “Il ricordo è una stanza vuota. Scomparsi gli scaffali ingombri di riviste, le sedie e il tavolo, scomparsi i quadri, il calendario e lo schermo del computer pieno di parole. Scomparso anche mio padre, seduto a battere sui tasti, annullato da migliaia di momenti identici, ogni giorno cancellato dalla ripetizione degli stessi gesti”
Questa è la breve descrizione di un figlio che torna indietro, con la memoria,  ad alcuni momenti fondamentali della sua vita. Il protagonista è un medico affermato di nome Claudio Viberti che fino a quel fatidico incontro con Cecilia definisce la sua vita”piatta, apatica”. Decide di raccontare la storia di se e del padre dopo un evento sconvolgente.
Il libro ha come nucleo l’amore di Viberti e Cecilia ma non parla della semplice storia d’amore tra due medici, ma rivela rapporti famigliari, personali, racconta i gesti, le emozioni, i sentimenti, le frasi non dette, fino ad arrivare al sentimento di paternità.
Tutta la storia è girata in tre lunghi anni che sembrano eterni per i protagonisti e troppo brevi per il lettore.
Canobbio definisce così “Tre anni luce”- un bel romanzo insolito d’amore allargato – il cuore è come una fisarmonica, si estende come la dimensione del tempo.-

“Non ho mai parlato con nessuno come con te. Nessuno mi ha mai parlato come hai fatto tu. Forse non siamo stati insieme, nel senso tradizionale della parola, ma parlarti e ascoltarti è stata la più bella storia d’amore della mia vita.”

Media4tech di Claudio Palazzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.