Grande successo per la Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa con la nuova produzione “Due biglietti per l’Amleto” – testi di Karl Valentin e di Federica Bisegna per la scena e la regia di Vittorio Bonaccorso.
Una comicità singolare quella di Karl Valentin. La sua clownerie metafisica gli aveva fatto inventare ciò che decenni dopo sarebbe stato chiamato teatro dell’assurdo. Lo spettacolo ripercorre alcuni dei suoi più famosi testi e monologhi. Al centro della storia i preparativi di due stralunati coniugi, Klara e Stanislao interpretati magistralmente da Federica Bisegna e Vittorio Bonaccorso, nonché delle loro due inopportune vicine di casa, per andare a vedere un’improbabile tragedia shakespeariana. In un teatrino scalcagnato intanto, fervono i preparativi per il debutto dell’opera, ma l’iracondo direttore si dispera per l’incapacità dei suoi due allampanati macchinisti. Finalmente si apre il sipario su “Amleto, pantomima autoptica”, corto teatrale che ispira il titolo di tutto lo spettacolo e che nel 2008 ha valso alla Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa la segnalazione per la massima originalità al Festival Internazionale di Regia “Fantasio Piccoli”, al Teatro Bellini di Palermo. In scena, insieme a Federica Bisegna e Vittorio Bonaccorso anche alcuni allievi del 2° anno del laboratorio curato dalla Compagnia G.o.D.o.T. tutti bravissimi: Alessandro Campo, Giancarlo Iacono e Giuseppe Marrone iperbolici clowns; Giovanni Celestre (nella doppia veste di attore nella pantomima e di musicista – sue le bellissime musiche originali); Cristina Gennaro e Lella Lombardo strampalate vicine di casa; Lorenzo Biazzo nella veste di perfetto direttore di scena. In scena anche l’attrice Genny Lacava che con la sua silouette elastica ha dato vita ad una pazzerella Ofelia nella pantomima. I testi di Federica Bisegna, che affiancano quelli di Valentin, ben s’inseriscono in quella comicità alla Franca Valeri di cui la Bisegna è superba interprete. Le scene e la regia di Vittorio Bonaccorso hanno ben riproposto quell’atmosfera tra il circo, i Tingel Tangel bavaresi e il teatro dell’assurdo alla Ionesco. Molti gli applausi a scena aperta di un pubblico divertito e soddisfatto.
Si replica Sabato 20 alle ore 21 sempre alla Sala Falcone Borsellino. Mentre Domenica 21 al Teatro Naselli di Comiso alle ore 19 la Compagnia sarà impegnata con Traiettorie Imprevedibili FuturDada che celebra il Centenario Futurista.

Victor LodaniLa Compagnia G.o.D.o.T. di ragusa www.compagniagodot.it

Media4tech di Claudio Palazzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.