In collaborazione con Acrobax Expo e ImageEvent

15 maggio 2010 presso L.O.A. Acrobax (ex cinodromo)

Via della Vasca Navale, 6
00146 Roma
Cromedrop Family torna al L.O.A. Acrobax con “Dueterzi d’acqua”, una serata realizzata in collaborazione con AcrobaxExpo e ImageEvent, che unisce arte e musica esplorandone il lato più “liquido”.
Dopo il successo de “la Febbre” il 6 febbraio scorso, questa volta Cromedrop propone una tematica universale, l’acqua. Questo elemento fluido è ciò che compone due terzi di ogni essere umano, e due terzi del nostro pianeta. E due terzi sul totale dell’umanità forse ne resteranno privi da oggi a breve.
L’acqua dà vita, e in molti casi la toglie; può scorrere placidamente tra gli argini di un ruscello nella solitudine di un bosco, o scatenarsi in modi misteriosi dagli oceani per inondare spiagge e città. L’acqua è però anche ciò che non ha forma e si adatta, riuscendo ad arrivare dappertutto grazie alla sua inarrestabile fluidità.
La tematica è tanto biologica quanto attuale, in questi tempi di ventilate privatizzazioni e allarmi climatici. Gli scenari che pian piano si stanno disegnando si prospettano in entrambi i casi inquietanti.
“Dueterzi d’acqua” verte sull’espressione artistica – capolavoro ultimo dell’aspetto vitale – correlata a questo elemento, per puntare i riflettori sui possibili rischi derivanti dalla speculazione su ciò che è fondamentale.
L’arte nelle sue sfumature più diverse (pittura, fotografia, grafica, scultura, installazione, videoarte, poesia e live painting) si unirà questa volta alla musica per evidenziare la pregnanza dell’acqua, lanciando un appello che denunci ogni volontà di macchiare la sua naturale trasparenza. A dispetto quindi del tentativo di irregimentare e contenere l’acqua dentro qualsiasi argine, sia esso politico o economico.
Cromedrop nasce nell’autunno del 2008 dall’idea di un gruppo di artisti e producer di unire l’arte alla musica elettronica.
Il progetto organizza serate ed eventi, proponendo agli artisti che espongono un tema da rielaborare come traccia per la loro creatività.
E’ un progetto itinerante, e questo format tematico permette di dipingere scenari sempre diversi nei luoghi ospitanti, e spargere frammenti di riflessione capaci di contaminare menti e spazi. Gli argini della consuetudine vengono così valicati, e gli schemi monocordi a cui ormai l’immobilità mentale ci aveva abituato
ad interpretare la vita quotidiana si confondono fino a sparire, liberando la fantasia dal carcere in cui era stata a lungo relegata.
Dalla fusione congiunta dei fermenti interni e dall’apporto eterogeneo di contributi esterni, Cromedrop porta avanti un percorso alternativo che coniuga
pensiero e movimento, divertimento e cultura.
Acrobax Expo sorge negli spazi metropolitani abbandonati e in disuso con la precisa volontà di reclamare la città e rivendicarla come spazio di tutti:
di base tra le mura dell’ex cinodomo della capitale, il L.O.A. Acrobax Project si è da subito configurato come laboratorio del precariato metropolitano.
Da questo spazio liberato, attraverso l’autogestione, l’autodeterminazione e la collaborazione attiva, Acrobax intende dar vita a nuovi luoghi
che possano ospitare e favorire l’espressione artistica. L’intenzione è quella di valorizzare l’ arte slegandola però da parametri commerciali e convenzionali. Acrobax Expo cresce e si ramifica, si sottrae dagli spazi della conformità e produce nella metropoli e con la metropoli, ma contro una certa idea di metropoli e contro una certa volontà politica che in nome della sicurezza criminalizza gli artisti di strada e privatizza spazi comuni.
L.O.A. Acrobax Project non prevede limiti alle metodologie d’espressione: fotografia, pittura, scultura, videoarte, installazioni, ecc.. né pone limiti di selezione o valutazione personale. Oltre ad uno spazio espositivo Acrobax Expo è un laboratorio artistico dove produrre fisicamente e collettivamente la propria arte, interagendo con le risorse presenti.
In principio era l’Art Production, collettivo di artisti e performer quali Luciano Parisi, Pino Strabioli, Vladimir

Guadagno in arte Luxuria,
Giorgio Gigliotti, Antonio Marcasciano e molti altri, ruotanti intorno al laboratorio del Testaccio.
Questa singolare fucina di artisti e di giovani promesse, diretta da un modernissimo mecenate come Luciano Parisi, dà vita a un’esperienza peculiare legata alla genialità dei loro personaggi. Interessati verso design e scultura come ambiti di espressione, Luciano Parisi e Giovanni Lamorgese pongono l’enfasi sulla valorizzazione di materie essenziali quali pietra e ferro. Nei vari progetti di questi artisti non è esclusa l’intenzione di approdare anche alla fotografia per approfondire il concetto di estemporanea.

ImageEvent nasce nei primi anni ’90, dopo un’esperienza al City of Westminster College di Londra e un’esposizione fotografica di opere realizzate da studenti. Il progetto si sposta rapidamente a Roma; prima nella Galleria dei Serpenti del quartiere Monti, poi diventa itinerante in tutta Italia grazie anche alla collaborazione di Massimo Crisafulli, grafico, organizzando esposizioni collettive, eventi musicali, vernissage e mostre mercato.
Dueterzi d’acqua, un evento Cromedrop Family
in collaborazione con Acrobax Project e ImageEvent
15 – 21 Maggio 2010
Vernissage sabato 15 maggio presso L.O.A. Acrobax, ore 18.00
Via della Vasca Navale, 6
00146 Roma
Line-up:
MUSICA:
Tomz.db – live Techno
Laowai – dj set Tekno
Quetzal – dj set Psychedelic Trance
Tiburon – live Technotrance
Muttley – live Techno
Basswarm & MasterInFreeMuziK – live DnB/Tekno
Kumm – dj set Techno [from Acrobax Expo]
ARTE:
ALT97 – Street Art
Angelo jay & Gianluca Dee – Performance Audio Video
Bol23 – Installazione
Clarita Pandolfi – Fotografia
Claypool’s Family – Grafica
Collettivo ReVerso – Installazioni Video
Cristina Costa – Tele
Dynatomik – Tele
D198 + DolceQ + MMM – Live su tela
Edoardo Iosimi – Tele
Eleonora Coni – Installazione
Elisa Vena – Fotografia
Emanuele Femia – Installazione Video
ErroreGenetico – Disegni
Gabriella Maria Cinà – Fotografia
Gruppo Occhi Rossi – Fotogtafia
Laboratoriounico.it – Tele Spray
Lefkada – Live Panting
Leonardo Cutini – Scultura
Lipford Togaci – Fotografia Poesia
Luciano Parisi – Installazione Fotografia
Marcelo Malaga -Body painting live
Maria Antonietta Cardea – Fotografia
Maro’ D’Agostino – Installazione Video
Marta farace _.oO°_ – Collage
Massimo Crisafulli – Tele
Matteo Greco – Fotografia
Nazareno Barone – Poesia
Nieta – Fotografia
Patrizia Pecorella – Libro d’Artista
Pepsy – Tele Spray
Riccardo Tropea – Tele
Silesia – Installazione
Space ladies – Installazione
Stefania Radonjis Soskic – Installazione Live
Uno – Poster art
Vincenzo Pagliuca – Fotografia
Wang Dang duo – Installazioni Video
VIDEO:
Giulz
Andreino – R.U.M.
VJAnimalKore
Bugdate – Video Mapping

Lipford Togaci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.