E’ in arrivo la nona edizione del REGGIO FILM FESTIVAL: dal 10 al 14 novembre Reggio Emilia torna ad animarsi della creatività di cortometraggi firmati da filmaker da tutto il mondo ed invitati a riflettere in modo libero e aperto sul tema dell’acqua, ovvero su un argomento indissolubilmente legato alla storia biologica e culturale delluomo e al contempo estremamente attuale. Fra poesia e riflessione sociale. Fra le location prescelte, oltre allo storico Cinema Rosebud gestito dall’Ufficio Cinema di Reggio Emilia, anche l’Università di Modena e Reggio, gli atelier di via dei Due Gobbi e il Cinema Alcorso. Il RFF entra come un’onda fra le pieghe della città per raccontare in lingue diversissime l’intuizione creativa su un tema così delicato come l’acqua.

Oltre 600 le opere arrivate come da bando entro il 10 di luglio veramente da tutto il mondo e tutte di altissima qualità: innanzi tutto da tutta Europa, ma anche da Bulgaria, Ungheria. E poi Australia e molto altro. Come per gli anni passati continua ad eccellere la Spagna che da tempo ha dimostrato una specialissima predisposizione all’universo del corto.
Si stanno chiudendo in questi giorni le linee portatni di tutti gli eventi correlati. Già da ora fra gli ospiti in programma Ivan Maximov, un nome ed un talento nel panorama russo dei corti d’animazione. A Maximov sarà dedicato un focus e sarà fra i membri della giuria del Festival. Tre le sezioni in cui si articola infatti il festival: il concorso, dedicato al tema acqua, lo spazio libero, per i cortometraggi di qualità non legati al tema proposto, e “Non uno di meno”, la sezione riservata a corti prodotti dalle scuole di ogni ordine e grado, che affrontino il tema dell’acqua in ambito educativo.
Il Reggio Film Festival è nato nel 2002 e, anno dopo anno, è cresciuto sia per il numero di paesi di origine, sia per la qualità delle opere pervenute.

Il Festival, una delle principali rassegne italiane dedicate al cortometraggio internazionale, è promosso dalla FEDIC Federazione Italiana Cineclub, dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, e patrocinato dalla Regione Emilia Romagna vedrà questanno la collaborazione della Biennale del Paesaggio della Provincia di Reggio Emilia.

Oltre alla proiezione di cortometraggi il festival si è sempre arricchito di iniziative multidisciplinari e multimediali in relazione al tema prescelto, ospitando personalità del cinema, dello spettacolo e della cultura, tra i quali ricordiamo Marco Bellocchio, Gianni Amelio, Matteo Garrone, David Riondino, Mauro Pagani, Diego De Silva, Marcello Fois, Patrizio Roversi, Maurizio Nichetti, il premio Nobel Dario Fo, Maria Grazia Cucinotta, Violante Placido, PES, Alessandro Haber, Maurizio Scaparro, Flavio Bucci.

Media4tech di Claudio Palazzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.