Compie ottant’anni il secchiello della maison francese, famosa per il monogramma del fondatore.

 

Le borse sono le nostre compagne di vita, per loro siamo capaci di fare follie, trascorrono con noi tutta la giornata e custodiscono ogni nostro segreto. 

Eppure in alcune di loro non c’è nulla di ordinario.

 Queste borse hanno stile. Una storia. Uno spirito. Forse anche un’anima.

Alcune hanno un passato illustre come la Kelly di Hermess dedicata alla regina di Monaco. Molte sono elegantemente sopravvissute  ai capricci del tempo e delle tendenze.Altre con successo hanno  raggiunto lo status di culto da un giorno all’altro.

Tutte le maison ne hanno una simbolo che le distingue nel mondo e nel tempo.

Queste borse sono fashion symbol dietro le quali c’è una vera e propria storia che merita di essere saputa.

Una è la Noè bag di Vuitton:

Nel 1932, un produttore di champagne commissionò a Gaston-Louis Vuitton una borsa che poteva trasportare cinque bottiglie di champagne.

La sua risposta è stata la Noé: semplice,  elastica, spaziosa e robusta che si chiude con un cordoncino in pelle distintivo.

 Un secchiello dedicato a tutti quei viaggiatori super posh che non sapevano rinunciare alle bollicine neanche in viaggio.

 Nei decenni successivi, la Noè ha portato innumerevoli tesori oltre allo champagne. 

Il suo nome intrigante  porta ancora il segreto delle sue origini raccontate nella Genesi: il patriarca Noè è ricordato come colui che diede inizio alla viticultura, ma anche come colui che per primo sperimentò gli effetti inebrianti del frutto della vite.

Nulla è stato lasciato al caso per la borsa senza tempo di LV.

 La fashion bag  color cuoio piacque, prima alle eleganti viaggiatrici anni trenta e successivamente nella versione monogram alle donne in carriera  degli anni ottanta e novanta, tanto da divenire  un must have da portare dalla mattina alla sera.

Nel 1985 si aggiunse la serie colorata Epi, rinnovata nella serie Epi tricolor disponibile in : 

verde, blu, e arancio oppure fucsia, blu e viola.

Successivamente si sono aggiunte alla collezione la monogram multicolore realizzata da Takashi Murakami , la Damien Ebene e la  Damiene Azur  (tutte nella foto a destra).

Ancora oggi dopo ottanta anni la Noè è protagonista indiscussa delle passerelle d’alta moda.

Quindi non ci resta che farle i migliori auguri di Buon Compleanno!

 

 

 

 

 

 

Elisabetta Chiacchiararelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.