Tardini B., Qanon e la lotta degli anonimi (anons)

Partenza

Visto abbastanza. La visione si è avuta ad ogni aria.
Avuto abbastanza. Brusio delle città, la sera, e al sole, e sempre.
Conosciuto abbastanza. Le decisioni della vita. O brusii e visioni!
Partenza nell’affetto e nel rumore nuovi!

È una poesia di Arthur Rimbaud e, sebbene la sua fosse un’audace e rivoluzionaria partenza dall’ottusità, dal conformismo, dai parassiti, dalle ostilità e dall’obbedienza spietata, mi prendo la licenza di accostare le sue parole agli affetti umani della mia vita e alla loro morte (alla loro «partenza»).

Ognuno di essi, da par suo, ha «Visto abbastanza», ha «Avuto abbastanza», ha «Conosciuto abbastanza. Le decisioni della vita. O brusii e visioni!». Bernardo Soares (eteronimo di Fernando Pessoa) dice che «i morti nascono», dunque gli esseri umani che ho perso sono nati («partiti») «nell’affetto e nel rumore nuovi!»: se così fosse, la morte sarebbe una feroce squisitezza.

Ebbene, la squisita ferocia della morte mi ha donato un soffio vitale, una forza senza peso che mi rende furente e, come Rimbaud, sono partito dall’ottusità, dal conformismo, dall’obbedienza spietata, dal moralismo, dal servilismo, dall’utilitarismo.

Ho rinunciato e ho visto rinunciare, ho assistito (impotente) al prevalere del male, sono stato testimone del genocidio culturale (provocato dalla civiltà dei consumi, dalle reti sociali, dalle multinazionali), del dilagare (ovunque) della corruzione, dell’imperare della viltà di Berlusconi e della condanna a morte dell’Italia (dal “Cavaliere” decretata).

Perché mi trovo a divulgare le informazioni che Q (un americano o un gruppo di americani) divulga? Perché non ci sono più terre d’origine!

Il potere globalista e occulto è in seno all’America dal 23 dicembre del 1913 e ha crudelmente imputridito il mondo. I Rothschild, i Rockefeller, Soros, le società segrete, i Bush, McCain, i Clinton, Obama hanno tolto «realtà ai vari modi di essere uomini» che le nazioni hanno prodotto e, per la prima volta nella storia, è in atto un’unificazione che si sta sovrapponendo alle unificazioni particolaristiche: le soffocherà, le divorerà.

Una disumana omologazione sta plasmando coscienze mostruose (coscienze già rese cattive dall’industrializzazione) e una nuova epoca storica dell’umanità sta per sopravvenire; il gas inodore ci ha già avvelenati (vedi Tardini B., 2018. Tre tipi di azione, parte 3ª: QAnon (/qresearch/ – Q Research Board★, Inpressmagazine.com): Q, Seth Rich, Julian Assange, Aaron Swartz etc., conoscendone la fonte, l’hanno rivelata e si sono opposti alla società che l’ha prodotta.

«[…] Do we have a face?
Do we have a name?
Do we use platforms whereby we collect followers?
Selfless.
Zero vanity.
Why are we here?
Why do we ask questions?
The choice has always been yours.
Use logic.
Free information.
What draws people here?
Expanding exponentially? […].»

«[…] Abbiamo un volto?
Abbiamo un nome?
Usiamo piattaforme nelle quali attiriamo seguaci?
Altruisti.
Nessuna vanità.
Perché siamo qui?
Perché poniamo domande?
La scelta è sempre stata vostra.
Usate la logica.
Informazione libera.
Cosa spinge le persone qui?
Crescendo esponenzialmente? […].»

«[…] We are a threat to profiteering.
Information should flow freely w/o costs.
We established a series of ‘proofs’ for this specific reason.
Undeniable.
Unpredictable.
Coincidence after Coincidence.
Growth due to confirmations.
Real source(s) communicating w/ the people.
Unrestricted.
TOGETHER. […].»

«[…] Costituiamo una minaccia per il profitto (lo sciacallaggio).
L’informazione dovrebbe circolare liberamente senza costi.
Abbiamo stabilito una serie di ‘prove’ per questa specifica ragione.
Incontestabile.
Imprevedibile.
Coincidenza dopo coincidenza.
Crescita dovuta alle conferme.
Le vere fonti comunicano con la gente
Senza restrizioni.
INSIEME. […].»

Bill Cooper disse (vedi Tardini B., 2018 Tre tipi di azione, parte 2ª: William Cooper (Behold a pale horse), Inpressmagazine.com): «[…] Ogni documento che si trova in Behold a pale horse è di dominio pubblico, […] ho voluto mostrare ai lettori che se io sono stato in grado di reperire queste informazioni, chiunque può farlo. […] Le biblioteche sono piene di prove che rivelano quanto sta succedendo nel mondo, ma nessuno le utilizza, nessuno le raccoglie e nessuno le mette insieme. Ho messo insieme le informazioni in modo tale da dare ai lettori uno scenario completo […].»

Qanon, come Bill Cooper, ci sta aiutando a creare una «Mappa» fornendoci informazioni di dominio pubblico (open source) – «[…] Patriots do NOT reveal classified information. Why do we communicate this way? Think for yourself. […].» -: l’occulta manipolazione repressiva del Deep State, generando in lui una lacerazione atroce, lo sta spingendo a «dirci tutto».

È l’ultima possibilità che abbiamo! Il potere dirigenziale degli Stati Uniti deve necessariamente rivolgersi alla cicatrice (grande come la terra) che la ferita dello “Shadow government” ha aperto. Trump, Q e gli Anons, prendendo coscienza della lacerazione, con i loro atti, i loro discorsi, i loro messaggi, stanno cercando di avviare un eroico e curativo processo di riassestamento della giustizia: la loro lotta è la mia lotta.

Lottare contro un nemico invisibile è sterile, inaridisce, è impossibile: esponiamolo, offriamolo alla vista una volta per tutte e saremo finalmente vittoriosi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.