Ex area dell’Agro romano la borgata Fogaccia, nota come Montespaccato, oggi è una zona densamente abitata facente parte del Suburbio IX Aurelio, uno dei pochi suburbi romani che esistono ancora oggi insieme al I, VI, VII, X E XI.

Gli abitanti del quartiere sono soliti suddividere  la zona in tre parti: Monte, dove si trovano la piazza e la via Cornelia che percorre tutta la zona, Valle e Caserma (ex casa del Fascio, oggi caserma dei carabinieri). Storia di una borgata Direttore Claudio Palazzi

COME E’ NATO

I primi abitanti moderni si insediarono negli anni trenta sui terreni del conte Pietro Fogaccia e del Vaticano, fu proprio il conte il primo che con i suoi terreni creò l’inizio di quello che sarebbe stato il tessuto urbano recente

Il quartiere è caratterizzato dal fatto di sembrare distaccato dal resto della città per la presenza di edifici mono o bifamiliare che la fanno sembrare un paese, ciò è dovuto alla lottizzazione fatta dal conte Fogaccia dei suoi terreni e dall’arrivo di immigrati da tutta Italia che ci hanno costruito edifici privati.

Questo ha portato oggi a grandi disagi di spostamento nel quartiere in quanto non adatto ai mezzi moderni e difficile da cambiare.

IL CIMITERO ROMANO

Dove sorge la parrocchia Santa Maria Janua Coeli, durante dei lavori, è stato rinvenuto un cimitero cristiano dei primi secoli dell’era volgare dove i Romani seppellivano i propri defunti.

La presenza di un pozzo lascia pensare che si praticasse il refrigerium, una pratica dove i romani accompagnavano il defunto fino al luogo di sepolture con canti e banchetti in onore della persona deceduta

MONTESPACCATO FRA CALCIO E CHIESA

La vita sociale del quartiere è principalmente rivolta su due luoghi:
Il primo è la chiesa, aperta al culto il 30 marzo 1941, quando il cardinale Francesco Marchetti Selvaggiani celebrò la prima messa alla presenza dei fedeli della borgata, fu proprio lui a dare il nome all’edificio religioso, traducendo in latino il nome di Madonna del Paradiso.

Ancora oggi la chiesa è ciò che la circonda è dove si svolgono le cerimonie e le feste più importanti come le fiere e i festeggiamenti per la nascita del quartiere.
Altro luogo importantissimo sono i campi da calcio che si trovano a “valle”, lì ogni domenica gli abitanti del quartiere si ritrovano a guardare le partite di calcio.

Squadra principale del quartiere è il “Montespaccato Savoia” promosso da poco in Serie D.

Storia particolare quella di questa squadra, attiva dal 1968, fino a due anni fa era in mano alla famiglia Gambacurta, che utilizzavano il Montespaccato Calcio per riciclare i proventi dalle attività malavitose; dopo gli arresti del 2018 la regione Lazio affida la squadra all’Ipab (istituti regionali che gestiscono il patrimonio immobiliare dell’Ente e ne impiegano i proventi in progetti di beneficenza e a carattere sociale) Asilo Savoia che inizia un progetto chiamato “Talento&Tenacia” consistente nel dare una chance attraverso lo sport a ragazzi che vivono in un contesto socio-economico difficile.

Una menzione anche per il “Fogaccia” che milita nel campionato di prima categoria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.