State facendo marcia indietro con la vostra automobile, magari andate di fretta o siete distratti dalle continue richieste di vostro figlio; non vedete il palo della luce nell’angolo più nascosto alla visuale dello specchietto retrovisore, ed il gioco è fatto. Paraurti ammaccato e fari posteriori distrutti! Andate dal carrozziere che vi mostra il preventivo con il costo totale del danno: 500 euro. Chi paga? Nella stragrande maggioranza delle situazioni a pagare in questo caso è lo stesso assicurato, che dovrà sborsare di tasca propria gli onerosi costi di riparazione del veicolo.

Oppure? Oppure si dovrebbe iniziare a considerare la possibilità di “arricchire” la propria rc auto di base con una polizza Kasko. Di cosa si tratta? Volendo semplificare in estrema sintesi si potrebbe dire che una polizza Kasko ci assicura economicamente contro tutti i danni che noi stessi arrechiamo alla nostra auto.
In questo insieme rientra l’esempio citato all’esordio di questo post ma rientrano anche sinistri più gravi come il ribaltamento del veicolo o tutti i danni causati al proprio mezzo in un sinistro con colpa.

In pratica grazie alla Kasko andremmo a colmare quel vuoto di “protezione” lasciato dal Rc Auto che invece ci rimborsa solo per i danni che abbiamo subito da terzi in un sinistro senza colpa, o che viceversa rimborsa a terzi i danni da noi provocati in un sinistro con colpa.Il primo modo per risparmiare sul costo di una polizza Kasko è quello di scegliere la sua versione “light” che va sotto il nome di Mini Kasko. La differenza rispetto alla Kasko “full” sta nel fatto che con la Mini Kasko si ha diritto al rimborso dei danni causati al proprio mezzo solo in caso di sinistro (con colpa ovviamente) con un altro mezzo. Restano fuori dalla Mini Kasko quelli che vengono definiti i danni causati da “imperizia” del conducente come il succitato esempio di sinistro in fase di parcheggio.

Un secondo modo altrettanto efficace per risparmiare sul costo della polizza Kasko è quello che passa attraverso un processo di selezione e di acquisto della polizza, in cui vengano messi a confronto il maggior numero possibile di preventivi. Forti sconti in materia arrivano ad esempio dalle compagnie assicurative online (http://www.assinews.it/articolo_stampa_oggi.aspx?art_id=21223), che stanno dando un forte impulso alla competitività nel settore assicurativo, con polizze scontante in media del 20% rispetto a quelle proposte attraverso i circuiti di vendita tradizionali.

luca crispino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.