La musica fin dalle sue origini ha avuto un ruolo rilevante soprattutto nella vita degli adolescenti. Tuttavia nel corso del tempo, il mondo musicale si è costantemente evoluto, a tal punto da risultare alquanto diversa rispetto al secolo scorso da diversi punti di vista. La musica come parte importante della nostra vita Direttore Claudio Palazzi

Da metà degli anni 40 alla fine del novecento c’è stata una lunga evoluzione, dovuto alla nascita di nuovi stili musicali come il jazz, il soul, il funk e il pop. E in questo periodo vi sono state fatte delle grandi scoperte musicali nei vari generi,  anche grazie all’utilizzo dei computer. Secondo alcune testimonianze nel secolo passato la musica è cambiata con l’avvento del rock’n roll, che era composto da gruppi musicali i quali utilizzavano pochi strumenti musicali e, generalmente, una voce. Si è evoluta poi negli anni 60 in rock. Con questo genere, i gruppi, in particolari i gruppi americani e inglesi, hanno voluto dare voce agli avvenimenti e a quello che succedeva durante la guerra di Vietnam.

 All’inizio del XX secolo la musica  è cambiata ulteriormente, anche, grazie all’invenzione della radio. Una seconda evoluzione è stata causata dall’invenzione dall’altoparlante e dell’amplificazione audio. 

La musica rivolta verso i giovani parte negli 60 con i Beatles, che nel giro di poco tempo arriva all’apice del successo portando così alla nascita del fenomeno della Beatlemania, dando e trasmettendo a tutti i ragazzi della loro età dei nuovi ideali.  Negli stessi anni altri artisti ripresero questo genere e lo rivestirono a loro modo, come i Rolling Stones, i quali utilizzarono dei suoni più forti. Altri invece con e grazie alla continua evoluzione e al progresso della tecnologia cominciarono a comporre musica progressiva, come i Pink Floyd. Nello stesso decennio si diffonde la pop music; mentre la musica soul nasce, dalla fusione della musica jazz  e il  gospel degli anni 60, in particolare da artisti neri. Bisogna comunque mettere in evidenza che dagli anni 80 in poi, il mondo della musica si è sempre di più legato a quello del merchandising, infatti l’interesse economico che hanno i produttori musicali è cresciuto ancor di più in questi anni, e le differenza con il passato sono evidenti poiché basta pensare e vedere quanto costa un biglietto per un concerto dei Coldplay, che è evidentemente più caro di quello per un concerto di un gruppo come i Pink Floyd, negli anni 70.  Ma proprio questo avvento della tecnologia oggi permette alle persone di stare in continua comunicazione con i loro cantanti o gruppo preferiti. Infatti, proprio grazie a Internet, che è un grande mezzo di diffusione di informazioni, i cantanti si fanno conoscere dai loro fan ma a loro volta, oltre che a renderli partecipe della loro musica essi fanno anche conoscere alcuni aspetti della loro vita, della loro quotidianità, attraverso foto e video, portando a coinvolgerli dal vivo, cosa che oggi è alquanto importante.

Inoltre una grande evoluzione è stato trap nata 20 anni fa in Atlanta, e viene considerata come il genere del momento ed è fortissima fra i giovani; non ha solo cambiato i ritmi, le sonorità e i testi ma ha introdotto anche un nuovo modo di viversi la musica e di vestirsi. La trap nasce in America e comincia a diffondersi in Italia con dei personaggi delle volte anche comici che hanno fatto appassionare gli spettatori del ormai quasi “defunto” rap old school. All’inizio, questa musica era legata ad ambienti e tematiche relative alla vendita e alla indipendenza delle droghe e dall’alcool, e non era un vero e proprio genere di musica ma indica semplicemente un determinato luogo ma ad oggi viene utilizzata per indicare la musica legata o questo contesto.

Al giorno d’oggi la trap propone un’estetica completamente indipendente e rivoluzionaria, e questo genere qui in Italia e rappresentato da cantanti como Sfera Ebbasta, Ghali, Achille Lauro, Gue Pequeno…da questo genere di musica i ragazzi fanno uso di alcuni slang che vengono adottati dalla maggior parte dei trapper di successo per comunicare con i loro coetanei, imitano le loro movenze, il loro stile e i balletti. Il trap è il genere che favorisce tanto l’identificazione, specialmente se si è adolescenti ed essendo un genere alla porta di tutti, non è difficile per molti ragazzi rivedersi e rispecchiarsi nei loro idoli e provando a cimentarsi nel loro campo. 

 Infatti molti artisti hanno deciso di dedicarsi a un stile più commerciale per rendere i loro pezzi facilmente trasmissibili in radio e orecchiabili per l’ascoltatore che è in continua ricerca di qualcosa di  nuovo ossia di un po di novità.   

E nel corso del tempo si è ancor di più evoluta nelle quali si tendono a dire quello che si pensa.  Molta gente inoltre pensa che di musica ben fatta ce ne sia poca, perché si sostiene che la musica che i giovani ascoltano o definiscono per l’appunto musica siano in realtà solo delle semplici parole messe lì a caso, che facciano semplicemente rima tra di esse. Vi è soprattutto la vecchia generazione che sostiene che la musica fatta negli anni 60 e 80 sia vera musica, attraverso la quale si esprimeva il proprio pensiero, senza utilizzare parole che oggi essi definiscono volgari. 

Oggi artisti moderni che hanno riscontrato un grande successo, anche a livello internazionale sono per esempio i Maneskin , i quali comunque sono stati e continua ad essere continuamente criticati proprio per il fatto che la vecchia generazione o comunque quelle persone che hanno una “mentalità chiusa” non accettano e non approvano il loro modo di vestire che per essi è poco maschile per gli uomini o anche perché considerano le loro canzoni volgari e che non vi sia sostanzialmente alcun messaggio di fondo. 

Per alcuni giovani la musica è indispensabile poiché li accompagna in molti momenti della loro giornata e viene considerata come una colonna sonora della loro vita. E per alcune persone la musica può  rappresentare un mezzo attraverso il quale evadere dalla realtà e nella quale essi trovano conforto in quanto ad oggi i giovani si rispecchiano sempre di più nei loro testi. Poiché nonostante tutti queste continue evoluzioni la musica è sempre stata indispensabile, indipendentemente dal genere musicale, poiché riesce a trasmettere delle forti emozioni per chi le ascolta, sia per la melodia che per il testo.

E quindi vi è una certezza ossia che: la musica non smetterà mai, in quanto la musica piace, diverte, fa sognare, conforta e viene considerata come un’amica silenziosa che è lì sempre pronta ad aiutarti senza nulla in cambio e può arrivare a salvarti la vita.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.