Pizzarotti ha “offerto” incarichi per informatici riguardo dei lavori per il comune di Parma. Queste attività sono “ovviamente ricompensate” a titolo gratuito. La Costituzione stabilisce che il  lavoratore deve essere retribuito secondo la quantità e qualità del lavoro svolto. Inoltre un mercato con offerte aperte a persone che possono permettersi di lavorare senza compenso determinerebbe una concorrenza sleale nei confronti di chi non può vivere senza alcuna retribuzione: il sistema degli stage insegna. Infine Pizzarotti lavora come sindaco di una città con un debito devastante, se davvero crede in quello che dice, non sarebbe il caso che desse l’esempio e rinunciasse al suo compenso?

Cosa ne pensate?

Media4tech di Claudio Palazzi

4 Commenti

  1. Purtroppo anche all’ università ci sono bandi per incarichi di didattica integrativa a titolo gratuito….lo trovo inaccettabile, il lavoro deve essere sempre retribuito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.