233 sì, 59 no e 18 astensioni. Maggioranza era 156. Cosi commenta Letta al Senato  dopo aver letto i giornali ed aver ascoltato i commenti in Parlamento “Ci si aspetta molto da questo governo la giornata si è caricata di molte preoccupazioni”. Di certo non mancano i contrasti. L’ex premier Silvio Berlusconi commenta cosi nel dibattito in senato la proposta dell’abolizione dell’Imu ” Appoggeremo Letta a patto che rispetti gl’impegni presi con i cittadini. Non sosterremmo un governo che non attua queste misure né lo sosterremmo dall’esterno.” L’accordo Pd Pdl sembra scontrarsi molto sul “problema” Imu, al Pdl non sono infatti piaciute, le parole di questa mattina del ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini, secondo il quale “L’Imu non verrà tolta, ci sarà una proroga per la rata di giugno”, ed inoltre precisa “Siccome la rata dell’Imu scade a giugno per poterla bloccare va fatto un provvedimento entro pochi giorni altrimenti i comuni vanno avanti. Poi affronteremo il nodo dell’Imu secondo quanto ha detto Letta perché ci vuole un provvedimento strutturale”. Immediata la risposta dei Sindacati “A Cgil, Cisl e Uil non va bene l’idea che si abolisca in toto l’Imu sulla prima casa, così vengono sottratte risorse a politiche più necessarie. Bisogna scegliere e dire che si difendono le persone con una sola casa, non chi ha 20 ville e 37 appartamenti, e con valore basso”.

Dopo questo botta e risposta continuo, Letta esprime cosi il suo disappunto su questa tematica cosi spinosa “La necessità dell’alleanza tra Pd e Pdl deriva da quella che è la realtà della situazione politica. Io avrei voluto un diverso esito elettorale  avrei preferito essere non qui ma magari seduto un po’ più di lato in un governo politico diverso da questo, ma la realtà è quella che abbiamo di fronte”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.