Sean Connery, all’anagrafe Thomas Sean Connery, nasce ad Edimburgo, in Scozia, nel 1930, da una famiglia umile e di modeste condizioni.
Attore e produttore cinematografico, muore serenamente nel sonno il 31 ottobre 2020 a Nassau, alle Bahamas, circondato dall’affetto dei suoi cari. Un attore dai mille volti: Addio, Grande Sean! Direttore responsabile: Claudio Palazzi
UN NOME CHE HA FATTO LA STORIA DEL CINEMA

Inizialmente Connery decide di lasciare la scuola e arruolarsi nella Marina Militare Britannica, ma, nel 1950, viene congedato per una grave ulcera gastrica.
Nel frattempo svolge tutti i classici lavori e partecipa, grazie al suo fascino e al suo fisico prorompete, al concorso di Mister Universo, in rappresentanza della Scozia, classificandosi al terzo posto.

Media4tech di Claudio Palazzi

Grazie a questa esperienza, si aprono per Sean le porte del mondo dello spettacolo: inizia la sua carriera con piccole parti in produzioni televisive e in pellicole cinematografiche.
Per Connery, però, la svolta professionale arriva nel 1962 con il personaggio di James Bond: un ruolo unico, iconico, che lo introduce nel vero e proprio mondo del cinema.

Grazie al suo sex appeal e al suo carisma, è considerato un sex symbol in tutto il mondo. Un personaggio, il suo, quasi immortale, interpretato per ben cinque volte di fila, fino al 1967. Torna poi nella parte dell’agente segreto 007 nel 1971 e poi nel 1983.
Connery, però, temendo di rimanere ancorato sempre allo stesso ruolo, rinuncia al personaggio di Bond, decidendo così di cambiare, mostrando a 360 gradi il proprio talento, nonostante sia acclamato ancora oggi come il migliore agente 007 della storia.

Un successo ormai conclamato che porta l’attore a dimostrare di saper vestire una vasta varietà di personaggi, anche molto diversi tra loro.
Un attore dai mille volti, quindi, che lavora a molte pellicole con alcuni dei più importanti registi del mondo cinematografico.

Una carriera produttiva, feconda, che porta la Regina Elisabetta II a conferirgli la nomina di Cavaliere. Un onore, a tratti unico, amplificato dal fatto che per la prima volta una star di Hollywood riceve il titolo di Sir.

Esce definitivamente di scena nel 2003, dopo che la sua ultima pellicola viene demolita dalla critica. Non tutti sanno, però, che nel 2005 presta la sua voce per un videogioco.
Dopo il suo ritiro dalle scene, decide di godersi la pensione alle Bahamas, insieme a sua moglie, promettendo che non avrebbe fatto ritorno in Scozia finché quest’ultima non si fosse resa indipendente dalla Corona Britannica. Una promessa a cui l’attore ha tenuto fede fino all’ultimo.

Una morte, quella dell’agente 007, sentita in tutto il mondo, grazie ad una maestosa
carriera che ha dato vita ad uno dei nomi che ha fatto la storia del cinema.

“Ci sono cose che assolutamente non si devono fare: per esempio bere Dom Perignon del ’53 a temperatura superiore a 4°C. Sarebbe peggio che ascoltare i Beatles senza tappi nelle orecchie.” 
Vogliamo salutarti semplicemente così.
Ciao Sean!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.