virus-mers-640x352Un nuovo e terribile virus arriva dal Medio Oriente: la MERS, ovvero la sindrome mediorientale da coronavirus. Il virus, simile alla SARS nei sintomi ma diverso per il tasso di mortalità, che schizza dal 10% al 30%, ha già ucciso 282 persone in Arabia Saudita.

La malattia, anche se ha un grado di contagio molto più basso della SARS, presenta problemi respiratori più gravi, che si sviluppano più velocemente causando di conseguenza un maggior numero di vittime. Nel primo stadio i due virus agiscono in maniera molto simile, ma la MERS attacca in modo più aggressivo l’organismo: si presenta con mal di testa, febbre e diarrea, dopo pochi giorni seguono problemi respiratori e polmonite. Il periodo medio di incubazione è poco più di 5 giorni.

Il virus è stato per la prima volta segnalato dal virologo egiziano Dr. Ali Mohamed Zaki nel settembre del 2012, ma il primo caso accertato risalirebbe al giugno dello stesso anno.

Dopo che negli Stati Uniti due infermieri sono stati messi in quarantena, perché presentavano visibili sintomi della malattia, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l’allarme. Anche in Europa si avverte tensione dopo alcuni episodi di contagio che si sono verificati in Francia ed Inghilterra, restano comunque pochi i casi registrati in occidente e tutti collegati in qualche modo all’Arabia Saudita.

Non è ancora stato scoperto se la trasmissione del virus possa avvenire da uomo a uomo, ne è stato ancora trovato un antivirale specifico, ma si sta lavorando alla creazione di un vaccino che possa prevenire la malattia.

 

Angela Pontecorvi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.